Manuale di uso e manutenzione

Il manuale d’uso e manutenzione, rappresenta la parte più corposa e rilevante delle Istruzioni d’uso del macchinario.

Il manuale fornisce informazioni precise riguardanti:

  1. l’utilizzo della macchina
  2. l’intero ciclo di vita della stessa: trasporto, assemblaggio, installazione, messa in funzione, utilizzo, smantellamento e smaltimento, come descritto nella norma UNI EN ISO 12100.

Il manuale d’uso e manutenzione deve essere reso disponibile e consultabile da tutte le figure che si interfacciano con il macchinario.

La redazione del manuale di uso e manutenzione è strettamente correlata alla Valutazione dei Rischi; è infatti necessario riportare, all’interno del manuale:

s

i pericoli identificati durante la valutazione

le misure di riduzione del rischio adottate

i rischi residui

E’ fondamentale identificare e riportare all’interno del manuale, la destinazione d’uso del macchinario; ovvero definire le caratteristiche, sia dei materiali che dei processi, per i quali la macchina stessa è stata progettata.

Riportiamo un estratto dei contenuti minimi per le Istruzioni d’uso di una macchina, specificati al punto 1.7.4.2 dell’allegato I della Direttiva Macchine 2006/42/CE.

Ciascun manuale di istruzioni deve contenere le informazioni seguenti:

  • ragione sociale e l’indirizzo completo del fabbricante (e se del caso del suo mandatario);
  • la designazione della macchina, come indicato sulla macchina stessa, eccetto il numero di serie;
  • la dichiarazione CE di conformità o un documento che riporta il contenuto della dichiarazione CE di conformità, i dati relativi alla macchina, ma non necessariamente il numero di serie e la firma;
  • una descrizione generale della macchina;
  • i disegni, i diagrammi, le descrizioni e le spiegazioni necessari per l’uso, la manutenzione e la riparazione della macchina e per verificarne il corretto funzionamento;
  • una descrizione del o dei posti di lavoro che possono essere occupati dagli operatori;
  • una descrizione dell’uso previsto della macchina;
  • le avvertenze concernenti i modi nei quali la macchina non deve essere usata e che potrebbero, in base all’esperienza, presentarsi;
  • il montaggio, l’installazione e il collegamento, inclusi i disegni e i diagrammi e i sistemi di fissaggio e la designazione del telaio o dell’installazione su cui la macchina deve essere montata;
  • le istruzioni per l’installazione e il montaggio volte a ridurre il rumore e le vibrazioni prodotte;
  • le istruzioni per la messa in servizio e l’uso della macchina e, se necessario, le istruzioni per la formazione degli operatori;
  • le informazioni in merito ai rischi residui che permangono, malgrado siano state adottate le misure di protezione integrate nella progettazione della macchina e malgrado le protezioni e le misure di protezione complementari adottate;
  • le istruzioni sulle misure di protezione che devono essere prese dall’utilizzatore, incluse, se del caso, le attrezzature di protezione individuale che possono essere fornite;
  • le caratteristiche essenziali degli utensili che possono essere montati sulla macchina;
  • le condizioni in cui la macchina soddisfa i requisiti di stabilità durante l’utilizzo, il trasporto, il montaggio, lo smontaggio, in condizioni di fuori servizio, durante le prove o le avarie prevedibili;
  • le istruzioni per effettuare in condizioni di sicurezza le operazioni di trasporto, movimentazione e stoccaggio, indicanti la massa della macchina o dei suoi vari elementi allorché devono essere regolarmente trasportati separatamente;
  • il metodo operativo da rispettare in caso di infortunio o avaria.
    Se si può verificare un blocco, il metodo operativo da rispettare per permettere di sbloccare la macchina in condizioni di sicurezza;
  • la descrizione delle operazioni di regolazione e manutenzione che devono essere effettuate dall’utilizzatore nonché le misure di manutenzione preventiva da rispettare;
  • le istruzioni per effettuare in condizioni di sicurezza la regolazione e manutenzione, incluse le misure di protezione che dovrebbero essere prese durante tali operazioni;
  • le specifiche dei pezzi di ricambio da utilizzare, se incidono sulla salute e la sicurezza degli operatori;
  • il livello di rumore aereo emesso dalla macchina;
  • se la macchina può emettere radiazioni non ionizzanti che potrebbero nuocere alle persone.
    In particolare se portatrici di dispositivi medici impiantabili attivi o non attivi, le informazioni riguardanti le radiazioni emesse per l’operatore e le persone esposte;
  • nel rispetto di questi requisiti, altri documenti possono essere utili per definire i contenuti delle istruzioni per l’uso, per esempio la norma UNI EN ISO 12100:2010.

Il rispetto di questi requisiti è di fondamentale importanza al fine di fornire tutte le informazioni necessarie circa l’utilizzo della macchina e dei rischi presenti, individuati nella Valutazione dei rischi.

Va ricordato che il manuale, insieme ad altre forme di informazione, fanno parte delle misure di riduzione del rischio, come indicato nella norma ISO 12100.

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE – PRINCIPALI REQUISITI PER LA REDAZIONE

Riportiamo di seguito i requisiti esplicitati al punto 1.7.4.1 dell’allegato I della Direttiva Macchine:

  • Deve essere redatto in una o più lingue comunitarie ed ufficiali dello Stato membro
  • Devono esistere delle istruzioni originali e le relative traduzioni; Qualora vi sia necessità di una divulgazione in lingua differente dall’originale quest’ultima dev’essere allegata come copia
  • Il contenuto deve riguardare l’uso corretto e scorretto ragionevolmente prevedibile del macchinario
  • Deve essere scritta con termini comprensibili e standardizzati, termini tecnici ben riconosciuti e qualora vi sia necessità spiegarne il relativo significato

Questi sono solo alcuni degli spunti utili per la redazione del Manuale d’uso e Manutezione.

Infatti è possibile fare riferimento alla norma ISO 20607, Manuale di istruzioni – Principi generali di redazione, per avere una visione completa ed approfondita.

Access è parte attiva del gruppo di lavoro “Sicurezza del macchinario UNI US0010100 e ISO TC 199